Grande Guerra, il Comune regala a tutte le famiglie il libro di Pietro Xompero

Libro piero foto piero

copertina

Nel centenario dell’ingresso italiano nella Grande Guerra il libro di Pietro Xompero sarà donato a ogni famiglia del territorio. Lo ha deciso il Comune di San Pietro Mussolino, nella convinzione che il futuro si costruisce dalle proprie radici. Una convinzione fondata sul valore della cultura per riscoprire il territorio, e che già aveva spinto l’amministrazione a patrocinare la pubblicazione dell’opera intitolata “San Pietro Mussolino ai suoi caduti e reduci di Abissinia, Libia e della Grande Guerra”, il libro-documentario frutto del paziente lavoro di ricerca del concittadino Pietro Xompero, durato quasi vent’anni. Il libro è stato presentato alla comunità nel corso di una serata al teatro parrocchiale che ha registrato il tutto esaurito, apprezzato in particolare per la presentazione condotta dal sindaco Gabriele Tasso e per l’accompagnamento musicale ad opera dei Musicanti di Vicolo Zanella.

E proprio per premiare il grande senso di appartenenza al passato dimostrato nell’occasione dai tanti partecipanti, l’Amministrazione ha scelto di donare una copia del libro a ciascuna delle circa 550 famiglie che risiedono in paese. Il testo potrà essere ritirato presso l’Ufficio Tributi del Municipio nel corso delle prossime settimane. In totale, grazie al sostegno economico del Comune è stato possibile stampare 700 copie del libro, distribuite in omaggio anche alle biblioteche e alle Associazioni d’Arma e Combattentistiche del territorio.

Libro piero foto gruppo

Il libro
“San Pietro Mussolino ai suoi caduti e reduci di Abissinia, Libia e della Grande Guerra” è una raccolta che contiene i fogli matricolari di tutti i cittadini di San Pietro che hanno partecipato alla Grande Guerra, e alla guerra coloniale in Libia e in Africa Orientale. Sono raccolte le storie di 29 cittadini deceduti e 152 reduci di guerra. L’opera è stata completata al termine di un lungo lavoro di ricerca durato diversi anni e realizzato interamente da Pietro Xompero, che ha seguito a ritroso le tracce giunte dal passato fino a noi, per individuare nomi, volti, documenti, episodi di vita vissuta della gente partita un giorno da San Pietro per difendere i colori della patria.

L’autore
Pietro Xompero, classe 1952, un passato da muratore, vive a San Pietro Mussolino. Grande appassionato di libri e vicende storiche, in particolare collegate alla Grande Guerra, ha scelto di avviare questo lungo lavoro di ricerca tra volumi e archivi di stato spinto dal brivido che lo ha percorso fin dalla gioventù ogni volta che leggeva i nomi dei caduti in battaglia di San Pietro Mussolino sulla lapide affissa in Municipio. “Per conoscere e tener viva la memoria è necessario stimolare la curiosità”: questo il messaggio contenuto nella sua prefazione e rivolto in particolare alle nuove generazioni.
“Le strade, i marciapedi, e perfino le più grandi opere pubbliche passano – spiega il sindaco Gabriele Tasso – ma la memoria storica di un territorio no, ed è questo il regalo più grande che un’amministrazione deve fare alle generazioni del domani. Per questo è con grande orgoglio che abbiamo voluto dare il nostro contributo all’incredibile lavoro di Pietro Xompero”.

Comune di San Pietro Mussolino

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *